Atto del Consiglio

 

Dati dell' atto

PG (Nr. / Anno) 236556  /  2017
O.d.g. (Nr. / Anno) 287  /  2017
Data seduta 24/07/2017
Data esecutività 24/07/2017
Unità di riferimento Area Risorse Finanziarie
Oggetto AUTORIZZAZIONE ALLA SPESA DI EURO 2.040.000,00 PER L'ACQUISIZIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DEL COMUNE DI BOLOGNA E DELLE SUE ISTITUZIONI PER IL PERIODO GENNAIO 2018 - DICEMBRE 2025. APPROVAZIONE DEL RELATIVO SCHEMA DI CONVENZIONE


Testo dell'atto

La Giunta propone al Consiglio la seguente deliberazione

I L C O N S I G L I O

Premesso che:

- l'Amministrazione comunale, in data 15/12/2009, ha stipulato con Unicredit Banca la convenzione repertorio n. 2214 per la gestione del servizio di tesoreria del Comune e delle sue Istituzioni per il quinquennio 2010 – 2014, successivamente rinnovata per il periodo 2015 – 2016;

- nell'approssimarsi della scadenza della citata convenzione si è reso necessario predisporre gli atti occorrenti per l'affidamento del servizio per il periodo successivo, ai fini dell'indizione della relativa gara e, con propria precedente deliberazione O.d.G. n. 340 del 21/11/2016 - P.G. n. 369271/2016, si era provveduto a:
  • autorizzare la spesa massima presunta di euro 2.040.000,00 per l'acquisizione del servizio in oggetto per il periodo luglio 2017 – giugno 2025, tenendo conto dell'opzione di rinnovo;
  • approvare, ai sensi e per gli effetti dell'art. 210 del D.Lgs. n. 267/2000, lo schema di convenzione che avrebbe dovuto regolare il servizio per il Comune di Bologna e per le sue Istituzioni (attualmente Inclusione sociale, Biblioteche, Bologna Musei ed Educazione e scuola);
  • dare mandato all'U.I. Gare dell'Area Risorse Finanziarie di gestire la procedura ad evidenza pubblica di selezione fino all'individuazione dell'aggiudicatario, nel rispetto delle disposizioni di cui al D.Lgs. n. 50/2016;
- sulla base del citato schema di convenzione sono state esperite due procedure ad evidenza pubblica, andate entrambe deserte, nelle more ed a seguito delle quali è stata chiesta la proroga dell'attuale contratto fino al 31/12/2017;

Vista la necessità di garantire, senza soluzione di continuità, l'acquisizione di un servizio indispensabile per il funzionamento dell'Ente e delle sue Istituzioni;

Ritenuto, pertanto, di modificare il contenuto della convenzione approvata con la precedente deliberazione, in modo tale da renderla di maggiore interesse per gli istituti operanti nel mercato, eliminando, per quanto possibile, gli elementi che si ritiene abbiano contribuito a determinare la mancanza di offerte;

Valutato che nuove condizioni possano consentire agli istituti interessati di elaborare un'offerta congrua ed economicamente sostenibile, che garantisca nel contempo all'Amministrazione comunale, per l'intera durata contrattuale, la prestazione di un servizio pienamente rispondente alle proprie esigenze, conforme agli attuali standard qualitativi e prestazionali, nonché aderente a tutte le normative al momento applicabili o che dovessero entrare in vigore già nel breve periodo;

Evidenziato comunque che per l'esito della procedura sono altresì determinanti le disposizioni legislative attualmente vigenti relative al sistema di Tesoreria Unica, che stanno generando una pesante ricaduta a livello nazionale su tutti gli Enti locali, andando deserte quasi tutte le gare bandite, essendo il servizio non più remunerativo per gli operatori del mercato;

Dato atto che l'oggetto del servizio di tesoreria, ai sensi dell'art. 209 del D.Lgs. n. 267/2000, consiste nel complesso delle operazioni legate alla gestione finanziaria dell'Ente locale e finalizzate, in particolare, alla riscossione delle entrate, al pagamento delle spese, alla custodia dei titoli e valori e agli adempimenti connessi previsti dalla legge, dallo statuto, dai regolamenti dell'Ente o da norme pattizie;

Visti:

- la L. n. 720/1984 "Istituzione del sistema di tesoreria unica per enti ed organismi pubblici";

- il D.Lgs. n. 279/1997 "Individuazione delle unità previsionali di base del bilancio dello Stato, riordino del sistema di tesoreria unica e ristrutturazione del rendiconto generale dello Stato", con particolare riferimento all'art. 7 "Nuove modalità di attuazione del sistema di tesoreria unica" e ss. mm. e ii, che prevedeva che venissero versate nella contabilità speciale infruttifera accesa presso la tesoreria statale soltanto le entrate provenienti direttamente dal bilancio dello Stato o da operazioni di indebitamento assistite da contributi statali, rimanendo invece depositate presso i tesorieri tutte le altre entrate;

- il D.L. n.1/2012, convertito con Legge n. 27/2012, in particolare l'art. 35 "Misure per la tempestività dei pagamenti, per l'estinzione dei debiti pregressi delle amministrazioni statali, nonché disposizioni in materia di tesoreria unica", comma 8 e seguenti, e ss. mm. e ii, che ha successivamente sospeso il regime di tesoreria mista di cui all'art.7 del D. Lgs. n.279/1997, reintroducendo attualmente fino al 31/12/2017 il sistema di "tesoreria unica" per gli enti locali, con contestuale obbligo di versare, entro determinate scadenze, le proprie disponibilità liquide presso la tesoreria provinciale dello Stato;

- il D.Lgs. n. 50/2016 e ss.mm. e ii. "Codice dei contratti pubblici";

Tenuto conto che:

- il D.Lgs. n. 267/2000, stabilisce all'art. 208, per i comuni capoluogo di provincia, che il servizio di tesoreria può essere affidato ad una banca autorizzata a svolgere l'attività di cui all'articolo 10 del D.Lgs. n. 385/1993, o ad altri soggetti abilitati per legge;

- il medesimo D.Lgs. n. 267/2000, dispone all'art. 210 che l'affidamento del servizio venga effettuato mediante le procedure ad evidenza pubblica stabilite nel regolamento di contabilità di ciascun ente, con modalità che rispettino i principi della concorrenza e che il rapporto sia regolato in base ad una convenzione deliberata dall'organo consiliare dell'ente;

Considerato che:

- la procedura ad evidenza pubblica per la scelta del soggetto a cui affidare il servizio di Tesoreria del Comune e delle sue Istituzioni dovrà essere esperita nel rispetto del D.Lgs. n. 50/2016 e ss.mm. e ii. ed il rapporto con il Tesoriere individuato dovrà essere regolato in base allo schema di convenzione allegato al presente provvedimento, quale parte integrante e sostanziale, ai sensi del citato art. 210 del D.Lgs. n. 267/2000;

- allo schema citato potranno essere apportate tutte le variazioni ed integrazioni che si renderanno necessarie per recepire eventuali aggiornamenti della normativa e/o delle circolari AGID in materia che dovessero intervenire o per una migliore definizione del rapporto convenzionale;

- si prevede attualmente che il nuovo contratto abbia durata di cinque anni, con decorrenza dall'01/01/2018 e scadenza il 31/12/2022, oltre ad un ulteriore triennio per l'opzione relativa al rinnovo e che si rende quindi necessario autorizzare la spesa fino al mese di dicembre 2025;

Dato atto che:

- con propria precedente deliberazione O.d.G. n. 365/2016 del 22.12.2016, P.G. n. 374002/2016, è stato approvato il Bilancio di Previsione del Comune 2017-2019;

- con deliberazione di Giunta Prog. n. 359/2016 del 22.12.2016, P.G. n. 413243/2016, è stato approvato il Piano Esecutivo di Gestione 2017-2019;

- con deliberazione di Giunta Prog. n. 361/2016 del 22.12.2016, P.G. n. 414925/2016 è stato approvato il piano dettagliato degli obiettivi assegnati ai Dipartimenti, alle Aree, ai Settori, alle Istituzioni e ai Quartieri per l'anno 2017;

- con propria precedente deliberazione O.d.G. n. 364/2016 del 22.12.2016, P.G. n. 373159/2016, immediatamente esecutiva, è stato approvato il Documento Unico di Programmazione 2017-2019 (DUP) Sezione strategica e sezione operativa, articolato in 10 volumi, contenente in particolare nel volume 8.2 - Sezione Operativa - il Programma biennale degli acquisti di beni e servizi 2017-2018, in corso di aggiornamento con deliberazione P.G. n. 233581/2017 anche per l'inserimento della previsione della spesa di cui trattasi (cod. int. Amm.ne 130-17);

- nell'ambito delle acquisizioni programmate rientra quella per il servizio di cui trattasi, che dovrà garantire lo svolgimento del complesso delle operazioni riguardanti la gestione finanziaria dell’Ente e delle sue Istituzioni ex art. 114 del D.Lgs. n. 267/2000 (attualmente Inclusione sociale, Biblioteche, Bologna Musei ed Educazione e scuola) e di tutti i servizi ad esso connessi;

Tenuto conto che:

- il costo presunto per il servizio in oggetto e per tutte le operazioni connesse per il periodo gennaio 2018 – dicembre 2025 (compresa l'opzione di rinnovo della convenzione regolante il servizio di tesoreria) ammonta complessivamente ad euro 2.040.000,00 (oneri fiscali compresi), ripartiti come di seguito precisato:

anno 2018 euro 255.000,00
anno 2019 euro 255.000,00
anno 2020 euro 255.000,00
anno 2021 euro 255.000,00
anno 2022 euro 255.000,00
anno 2023 euro 255.000,00
anno 2024 euro 255.000,00
anno 2025 euro 255.000,00

- nel Bilancio di previsione 2017 - 2019 e, coerentemente, nel Piano Esecutivo di Gestione 2017-2019 soprarichiamato sono già stati assegnati idonei stanziamenti per il servizio fino al 31 dicembre 2019;

Inteso nuovamente autorizzare la spesa complessiva massima di euro 2.040.000,00 (oneri fiscali compresi) per l'acquisizione del servizio di tesoreria e tutti i servizi ad esso connessi per il periodo gennaio 2018 – dicembre 2025, dando mandato ai Dirigenti interessati, per quanto di rispettiva competenza, a provvedere ai necessari e conseguenti adempimenti amministrativi e contabili in base alla tempistica sopradefinita;

Ritenuto opportuno dare mandato all'UI Gare dell'Area Risorse Finanziarie di gestire la procedura ad evidenza pubblica di selezione fino all'individuazione dell'aggiudicatario, nel rispetto delle disposizioni di cui al D.Lgs. n. 50/2016 e ss.mm. e ii.;

Dato atto inoltre che si rende necessario dichiarare la presente deliberazione immediatamente eseguibile, ai sensi dell'art. 134, comma 4, del D.Lgs. n. 267/2000, stante l'urgenza di avviare la sopracitata procedura nei tempi dovuti al fine di evitare interruzioni nella gestione finanziaria dell'Amministrazione comunale;

Preso atto, ai sensi dell'art. 49, comma 1, del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267, così come modificato dal D.L. 10 ottobre 2012, n. 174 convertito nella L. 213/2012, del parere favorevole in ordine alla regolarità tecnica e contabile espresso dal Responsabile dell'Area Risorse Finanziarie;

Sentite le Commissioni Consiliari competenti

Su proposta dell'Area Risorse Finanziarie;
D E L I B E R A


1. DI AUTORIZZARE la spesa complessiva massima di euro 2.040.000,00 per l'acquisizione del servizio di tesoreria per la gestione finanziaria dell'Ente e delle sue Istituzioni e di tutti i servizi ad esso connessi, come specificato in premessa, relativa al periodo gennaio 2018 – dicembre 2025, tenuto conto dell'opzione di rinnovo e di considerare la spesa autorizzata anche nel caso di un eventuale slittamento del termine di conclusione della procedura ad evidenza pubblica oltre il prossimo mese di dicembre 2017;

2. DI DARE ATTO che per i servizi di cui trattasi la spesa complessiva massima per il periodo gennaio 2018 – dicembre 2025 ammonta a presunti euro 2.040.000,00 (oneri fiscali compresi) e che la quota parte di euro 510.000,00 relativa al periodo 1/1/2018 - 31/12/2019 trova copertura nel Bilancio di previsione 2017 - 2019 e nel Piano Esecutivo di Gestione 2017 - 2019 (Missione 01, Programma 03, Titolo 01, Macroaggregato 03, corrispondente al Cap. U05700-000 "Prestazioni di servizi vari della ragioneria" del P.E.G. per euro 500.000,00 e Missione 01, Programma 03, Titolo 01, Macroaggregato 02, corrispondente al Cap. U06700-000 "Imposte, sovrimposte, tasse, contributi, ecc." del P.E.G. per euro 10.000,00);

3. DI ATTRIBUIRE al Responsabile dell'Area Risorse Finanziarie, per il conseguimento degli obiettivi indicati in premessa, le ulteriori risorse finanziarie per il periodo 2020-2022, fino al termine di durata del contratto iniziale, di importo complessivo massimo pari ad euro 765.000,00 (oneri fiscali compresi), da iscrivere nei rispettivi bilanci di previsione e pluriennali, come di seguito precisato:

- quanto a euro 750.000,00: Missione 01, Programma 03, Titolo 01, Macroaggregato 03 (corrispondente al Cap. U05700-000 "Prestazioni di servizi vari della ragioneria" del P.E.G. 2017 - 2019)
anno 2020 euro 250.000,00
anno 2021 euro 250.000,00
anno 2022 euro 250.000,00

- quanto a euro 15.000,00: Missione 01, Programma 03, Titolo 01, Macroaggregato 02 (corrispondente al Cap. U06700-000 "Imposte, sovrimposte, tasse, contributi, ecc." del P.E.G. 2017 - 2019)
anno 2020 euro 5.000,00
anno 2021 euro 5.000,00
anno 2022 euro 5.000,00

4. DI DARE ATTO che saranno successivamente attribuiti i fondi necessari all'eventuale attivazione dell'opzione di rinnovo del contratto sui bilanci futuri, negli anni di competenza;

5. DI APPROVARE, per i motivi in premessa esposti ed ai sensi e per gli effetti dell'art. 210 del D.Lgs. n. 267/2000, lo schema di convenzione allegato, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, che dovrà regolare i rapporti per la gestione del servizio di tesoreria del Comune di Bologna e delle sue Istituzioni ex art. 114 del medesimo D.Lgs., attualmente Inclusione sociale, Biblioteche, Bologna Musei ed Educazione e scuola;

6. DI DARE ATTO che i Dirigenti interessati, per quanto di rispettiva competenza, provvederanno ai necessari e conseguenti adempimenti amministrativi e contabili e a dar corso alla relativa procedura di aggiudicazione nel rispetto delle vigenti norme di legge, avendo cura che il servizio non subisca interruzioni e recependo eventuali disposizioni normative o regolamentari che dovessero subentrare durante nel corso dell'espletamento della procedura per l'affidamento del servizio;

7. DI DARE ATTO, altresì, che il Dirigente competente provvederà alla stipulazione della suddetta convenzione con l'aggiudicatario, autorizzandolo ad apportare tutte le variazioni ed integrazioni che si renderanno necessarie per recepire eventuali aggiornamenti della normativa e/o delle circolari AGID in materia che dovessero intervenire o per una migliore definizione del rapporto convenzionale.

Infine, con votazione separata
D E L I B E R A

DI DICHIARARE il presente provvedimento immediatamente eseguibile, ai sensi dell'art. 134, comma 4, del D.Lgs. 18 Agosto 2000, n. 267.




Documenti allegati - parte integrante

File Name
convenzione tesoreria 2018.pdf