Atto del Consiglio

 

Dati dell' atto

PG (Nr. / Anno) 245153  /  2017
O.d.g. (Nr. / Anno) 288  /  2017
Data seduta 24/07/2017
Data esecutività 05/08/2017
Unità di riferimento Area Risorse Finanziarie
Oggetto APPROVAZIONE REGOLAMENTO RELATIVO ALLA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELLE CONTROVERSIE TRIBUTARIE, AI SENSI DELL'ART. 11 DEL DECRETO LEGGE N. 50 DEL 2017 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI CON LEGGE 21/06/2017 N.96


Testo dell'atto

La Giunta propone al Consiglio la seguente deliberazione:

IL CONSIGLIO
Premesso che:
  • l'art.11- Definizione agevolata delle controversie tributarie- del D.L.50/2017 convertito con modificazioni con legge 21/06/2017 n.96 prevede la possibilità per i Comuni di disporre, entro il 31 agosto 2017, la definizione agevolata delle controversie tributarie pendenti;
  • le controversie interessate sono quelle non definite con sentenza passata in giudicato, pendenti in qualsiasi grado di giudizio, ivi compresa la Corte di Cassazione;
  • l'adesione alla definizione agevolata comporta l’esclusione delle sanzioni e degli interessi di mora applicati sia in caso di riscossione coattiva tramite ruolo, che in caso di riscossione tramite ingiunzione di pagamento;
  • aderendo alla definizione agevolata il contribuente è tenuto a pagare il tributo, gli interessi, le spese di notifica inclusi nell’atto impugnato e, per gli atti riscossione coattiva oggetto di autonoma impugnativa, gli eventuali oneri relativi a rimborsi e recuperi spese di cui all’art. 37 comma 5 del Regolamento delle entrate comunali e della relativa riscossione PG 1579/2012 e successive modifiche e integrazioni;

Posto che la definizione agevolata rappresenta al contempo un'opportunità:
  • per il Comune, in quanto consente di ridurre il contenzioso in essere;
  • per il debitore, considerata la possibilità di ottenere anche una riduzione significativa del debito grazie all’esclusione delle sanzioni e degli interessi legali maturati dal sessantesimo giorno successivo alla notifica dell’atto di accertamento e degli interessi di mora eventualmente maturati alla scadenza degli atti di riscossione coattiva, oltre che delle spese di lite liquidate nelle sentenze non definitive;

Ritenuto opportuno disciplinare le procedure di dettaglio in un apposito regolamento, anche al fine di rendere più chiaro il procedimento e agevolare l'adesione da parte di tutti i debitori nell'ottica di un'utile deflazione del contenzioso tributario pendente;

Visti:
  • gli articoli 52 del D.Lgs.446/97 e art.7 del D.Lgs.267/2000 in tema di potestà regolamentare del Comune;
  • l'art.11 del D.L.50/2017 , convertito con modificazioni con legge 21/06/2017 n.96;

Preso atto:
  • che il contenuto del presente atto comporta riflessi diretti/indiretti sulla situazione economico-finanziaria e che tali riflessi sono già stati valutati nel bilancio di previsione dell’ente;
  • ai sensi dell'art. 49, comma 1, del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267, così come modificato dal D.L. 174/2012, dei pareri favorevoli in ordine alla regolarità tecnica e contabile, espressi dal Responsabile dell'Area Risorse Finanziarie;
  • del parere favorevole del Collegio dei Revisori, ai sensi dell'art. 239 del D.Lgs. 18.08.2000, n. 267, così come modificato dal D.L. n. 174/2012;

  • Visto l'art. 42, comma 2, lettere b) ed f) del D. Lgs. 18/8/2000, n. 267;

    Sentite le Commissioni consiliari competenti;

    Su proposta dell'Area Risorse Finanziarie;
    DELIBERA

    1. DI APPROVARE il “Regolamento per la definizione agevolata delle controversie tributarie pendenti ai sensi dell'art.11 D.L.50/17, così come convertito con L.96/17", di cui all'allegato A che forma parte integrante e sostanziale di questa delibera;
    2. DI DARE ATTO che, per le motivazioni esposte in premessa, il citato Regolamento avrà efficacia a decorrere dall'esecutività del presente provvedimento.





    Documenti allegati - parte integrante

    File Name
    Regolamento definzione liti tributarie 2017.pdf