.
Dettaglio provvedimento

Numero / Anno 90911  /   2015

Unità di riferimento Gare

Data esecutività 02/04/2015
 
Oggetto DETERMINAZIONE A CONTRARRE PER L'AVVIO DELLA PROCEDURA APERTA PER L'AGGIUDICAZIONE DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA PER SCUOLE D'INFANZIA, SCUOLE PRIMARIE E SCUOLE SECONDARIE DI PRIMO GRADO TRAMITE CESSIONE DI RAMO D'AZIENDA E GESTIONE DEI CENTRI PRODUZIONE PASTI COMUNALI PER L'IMPORTO COMPLESSIVO A BASE DI GARA DI EURO 77.520.000,00.

.



CIG: 620221126E
IL DIRETTORE

Premesso che:

- il Comune di Bologna, provvede al servizio di refezione scolastica per le scuole d'infanzia comunali e, in applicazione della legge regionale n. 26/2001 (“Diritto allo studio e all’apprendimento per tutta la vita”), per le scuole d'infanzia, primarie e secondarie di primo grado statali;

- che tale servizio è attualmente svolto dalla società SE.RI.BO S.r.l. (società a partecipazione mista con quota maggioritaria di proprietà del Comune di Bologna) sulla base di un contratto di servizio affidato, da ultimo, con determinazione dirigenziale P.G.N. 221563/2014 la cui scadenza è prevista in data 30.6.2015;

Considerato che:

-con deliberazione del Consiglio comunale O.d.g. n. 163/2015 del 16/03/2015, sono stati approvati gli indirizzi per la gestione del servizio di refezione scolastica tramite l'appalto di servizi con cessione al nuovo gestore del ramo d’azienda della società mista SE.RI.BO s.r.l., partecipata dal Comune di Bologna e conseguente messa in liquidazione della medesima autorizzando quindi l’avvio della procedura di gara per l’appalto del servizio di refezione scolastica rivolto alle scuole dell’infanzia, scuole primarie e scuole secondarie di primo grado di Bologna per cinque anni scolastici a partire da settembre 2015 a giugno 2020;

- con la medesima deliberazione sopra richiamata si dà atto che le risorse finanziarie necessarie all'espletamento della gara sono inserite negli stanziamenti contenuti nel capitolo U23500-000 "Refezione scolastica: prestazioni di servizi - Servizio rilevante agli effetti dell'IVA" assegnato al settore Istruzione, di cui al progetto di bilancio pluriennale 2015-2017 e si attribuiscono al Settore Istruzione le risorse per gli anni successivi a quelli del bilancio pluriennale 2015-2017 fino a copertura dei cinque anni dell'affidamento del servizio per ciascuno degli esercizi 2018 e 2019 e per il periodo gennaio-giugno dell'esercizio 2020;

Dato atto che:

- con deliberazione del Consiglio comunale O.d.g. n. 165 del 26/03/2015, P.G.N. 45516/2015, è stato approvato il bilancio di previsione del Comune di Bologna per il triennio 2015-2017;

- con deliberazione della Giunta comunale prog. n. 63/2015 del 27/03/2015 P.G.N. 80984/2015 è stato approvato il Piano Esecutivo di Gestione 2015-2017;

Visti i seguenti atti:

- la deliberazione della Giunta comunale P.G.N. 78514/2015 prog. n. 62 del 24/03/2015, con cui vengono definiti il prezzo e le condizioni per la cessione d’azienda di Se.ri.bo s.r.l. autorizzando il rappresentante del Comune ad esprimere voto favorevole nell’assemblea dei soci;

- il verbale di assemblea della società Se.ri.bo S.r.l. del giorno 26/3/2015 con cui l’assemblea dei soci approva: 1) la perizia giurata di stima del ramo d’azienda; 2) la bozza del contratto di cessione del ramo d’azienda; 3) il prezzo di cessione del ramo d’azienda determinabile come precisato nella nota 2 di cui all’articolo 3 dello schema di contratto;

Dato atto che con determinazione dirigenziale P.G.N. 89131/2015 il Settore Istruzione ha approvato l’impegno di spesa necessario per avviare la gara relativamente al periodo 2015-2017 e che, come già richiamato sopra, con deliberazione del Consiglio comunale O.d.g. n. 163/2015 del 16/03/2015 sono state attribuite al Settore Istruzione le risorse per gli anni successivi a quelli del bilancio pluriennale 2015-2017 fino a copertura dei cinque anni dell’affidamento del servizio per ciascuno degli esercizi 2018,2019 e gennaio-giugno 2020;

Preso atto che il Settore Istruzione ha accertato che allo stato attuale non sono attive né convenzioni stipulate dalla Consip ai sensi dell'art. 26, comma 1, della legge 23.12.1999 n. 488 e succ. modifiche ed integrazioni, né convenzioni Intercent-ER per la tipologia di servizio di cui all'oggetto;

Vista la richiesta P.G.N. 90489/2015 con cui il Responsabile Unico del Procedimento (di seguito denominato RUP), Direttore del Settore Istruzione ha richiesto al Settore Gare di procedere alla gara per l’aggiudicazione del servizio di refezione scolastica per le scuole d’infanzia, scuole primarie e secondarie di primo grado con durata 5 anni da effettuarsi prevedendo la cessione del ramo d’azienda che l’aggiudicatario dovrà acquisire dall’attuale gestore Se.ri.bo S.r.l. e tramite la gestione dei centri di produzione pasti di proprietà del Comune di Bologna;

Dato atto che nella sopra richiamata proposta il RUP ha indicato quale criterio di scelta quello dell'offerta economicamente più vantaggiosa, di cui all'art. 83 del D.Lgs. 163/06 e ss.mm., in ragione della delicatezza e dell'importanza del servizio da valutare quindi anche sotto il profilo qualitativo e ha altresì indicato i contenuti essenziali per la predisposizione del bando e del disciplinare di gara ed in particolare:
a) gli importi a base di gara, quantificati in Euro 4,80 (oneri fiscali esclusi) per il prezzo unitario a pasto ed Euro 77.520.000,00 (oneri fiscali esclusi) quale valore per il servizio complessivo e per l’intera durata dell’appalto;
b) la durata dell'appalto pari a 5 anni che decorreranno dalla data di stipula del contratto o di consegna anticipata del servizio ai sensi dell’art. 11, comma 9 del D.Lgs.n. 163/2006 ma con termine finale comunque non oltre il 31 luglio 2020;
c) l'assenza, per le modalità di svolgimento del servizio, di oneri per la sicurezza derivanti da interferenze;
d) la parte tecnica del Capitolato speciale d’Appalto (e tutti i suoi allegati: Allegato A, B e allegati da n. 1 a n. 14 parti integranti del capitolato) dal quale risultano le caratteristiche e modalità esecutive del servizio;
e) la ripartizione dei punteggi tra l'aspetto qualitativo (80 punti) e l'aspetto economico (20 punti), i criteri e sub-criteri da valutare nell'offerta tecnica con relativi punteggi e la soglia di sbarramento nel punteggio tecnico (pari a 48 punti) per l'ammissione all'apertura delle offerte economiche;

Dato atto inoltre che:

- il RUP, ai sensi del comma 1 bis art.2 del D.Lgs. 163/2006, in relazione alle caratteristiche del servizio ritiene opportuno gestire la gara e il relativo contratto in un lotto unico, in quanto la suddivisione dell'appalto in lotti sarebbe incompatibile con la previsione di rifacimento di due centri produzione pasti che richiederà, in vigenza di contratto, una rimodulazione della produzione tra due centri di produzione mentre il terzo è oggetto di ristrutturazione, nonchè in ragione della cessione del ramo d'azienda che è unico e difficilmente divisibile;
- il RUP richiede, al fine di garantire un'adeguata capacità finanziaria, tenuto conto della particolare configurazione dell’appalto che richiede la contestuale cessione del ramo d’azienda oltre che il mantenimento della sua consistenza fino alla scadenza del contratto, di prevedere quale requisito di capacità economico-finanziaria ai sensi dell’art. 41, 1° comma lett. c) del D. Lgs. N. 163/2006 un fatturato globale realizzato nell’ultimo triennio precedente la pubblicazione del bando di gara non inferiore complessivamente a 75 milioni di Euro;
    Richiamato inoltre l’accordo sindacale sottoscritto tra Amministrazione comunale e OO.SS. (CGIL e USB) in data 5 marzo 2015 nel quale si stabilisce che il Comune di Bologna in qualità di stazione appaltante prevederà:
    a) quale condizione di esecuzione del contratto ex art. 69 d. lgs. N. 163/2006, la garanzia della continuità occupazionale dei dipendenti di Se.ri.bo. per tutta la durata del contratto;
    b) il mantenimento dei C.C.N.L. in essere presso Se.ri.bo. per tutta la durata del contratto come elemento rilevante di valutazione dell’offerta;
    c) al termine del contratto con il nuovo gestore, obbligo per il medesimo di cedere il ramo d’azienda al subentrante ai sensi dell’art. 2112 del C.C., con l’avvio delle procedure ex art. 47 l. 428/90;
    d) nel capitolato d’appalto un sistema sanzionatorio in caso di mancato rispetto degli obblighi contrattuali, tra i quali quelli derivanti dal sopra richiamato accordo sindacale;

    Dato atto quindi che, alla luce di quanto sopra stabilito, sarà inserita nell’ambito del disciplinare di gara e del capitolato speciale d’appalto la “clausola sociale” riferita all’impegno da parte dell’appaltatore, fermo restando le sue prerogative organizzative, a dare continuità occupazionale al personale acquisito attraverso il contratto di cessione del ramo d’azienda nell’esecuzione del contratto per la gestione del servizio di cui al presente appalto per tutta la sua durata e all’impegno a mantenere la qualità professionale del ramo d’azienda, funzionale alla qualità del servizio, garantendo, salvo la gestione del normale turn over, l’impiego del medesimo personale acquisito in avvio di contratto, fino alla sua scadenza e al momento della cessione del ramo d’azienda al nuovo gestore del servizio di refezione, che l’Amministrazione comunale individuerà tramite gara d’appalto;

    Ritenuto necessario approvare, quali parti integranti e sostanziali della presente determinazione, la documentazione di gara composta da Capitolato Speciale d'Appalto e suoi allegati e Disciplinare di gara;

    Dato atto:

    - che sussistono pertanto i presupposti per indire la procedura per la scelta del contraente, che verrà individuato tramite procedura aperta con il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa previsto all'art. 83 del D.Lgs. 163/2006;

    - che il servizio oggetto dell'appalto rientra fra i servizi contemplati dall'allegato IIB del D.Lgs. n. 163/2006 (categoria 17 "Servizi alberghieri e di ristorazione");

    - che gli importi a base di gara sono: Euro 4,80 quale prezzo unitario a pasto ed Euro 77.520.000,00 quale valore complessivo del servizio per l’intero durata dell’appalto, ottenuto moltiplicando l’importo unitario a pasto per il numero di pasti indicativo presunto per i 5 anni;

    - che, in relazione al fatto che trattasi di un pubblico servizio che non può essere interrotto, l'Amministrazione si riserva la facoltà di richiedere l'esecuzione anticipata del contratto, nelle more della stipulazione dello stesso, ai sensi dell'art. 11 comma 9 e 12 del D.Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii nei modi e alle condizioni previste dall'art. 302 comma 2 del D.P.R. 207/2010 al fine di garantire il servizio di refezione scolastica all’avvio dell’anno scolastico 2015/2016;

    - che ai sensi dell’art.10 del D.Lgs. 163/2006 si individua quale Responsabile Unico del Procedimento la Dott.ssa Pompilia Pepe e quale Responsabile del procedimento per la scelta del contraente la Dott.ssa Alessandra Biondi, Direttore del Settore Gare ;

    - che sul capitolo U23500-000 - impegno N. 315002701, costituito con la sopra richiamata determinazione dirigenziale P.G. N. 89131/2015, trova copertura finanziaria la spesa per la contribuzione dovuta all'AVCP (ora ANAC) in attuazione dell' art.1, comma 65 e 67 della Legge 23 dicembre 2005 n°266, che per la seguente procedura è prevista in euro 800,00 sulla base della Delibera dell'Autorità del 05/03/2014;

    Visti:
    l'art. 107 del D.Lgs. n. 267/2000;
    gli artt. 44 e 64 dello Statuto del Comune di Bologna;
    il D.Lgs 163/2006 e ss.mm.ii. compreso l'allegato IIB;
    DETERMINA


    - di procedere all'avvio della procedura aperta ai sensi del D.Lgs. 163/2006 per l'affidamento del servizio di refezione scolastica per le scuole d’infanzia, scuole primarie e scuole secondarie di primo grado tramite cessione del ramo d’azienda e gestione dei centri produzione pasti comunali per la durata di 5 anni, con il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi dell'art. 83 del D.Lgs. 163/2006 per l'importo complessivo da porre a base di gara di euro 4,80 (iva esclusa) quale prezzo unitario a pasto ed Euro 77.520.000,00 quale valore complessivo del servizio per l'intera sua durata;

    - di tenere conto della parte tecnica del Capitolato Speciale d'Appalto predisposta dal RUP e della comunicazione P.G. n. 90489 del 1 aprile 2015 dalla quale risultano le caratteristiche e modalità esecutive del servizio e tutti gli elementi necessari per l'avvio della procedura di gara come già esposto in premessa;

    - di approvare la documentazione di gara composta da Capitolato Speciale d'Appalto e suoi allegati e Disciplinare di gara, tutti allegati alla presente determinazione quali parti integranti e sostanziali della stessa;

    - di dare atto che la spesa complessiva di euro 80.620.800,00 oneri fiscali compresi è contenuta nei limiti degli impegni assunti con determinazione P.G. n. 89131/2015 del Settore Istruzione, in premessa richiamata, per il periodo 2015-2017 e nelle risorse attribuite al Settore Istruzione, con la deliberazione di Consiglio in premessa richiamata per gli esercizi 2018, 2019 e periodo gennaio-giugno 2020;

    - di individuare, ai sensi dell’art.10 del D.Lgs. 163/2006, quale Responsabile Unico del Procedimento la Dott.ssa Pompilia Pepe e quale Responsabile del procedimento per la scelta del contraente la Dott.ssa Alessandra Biondi, Direttore del Settore Gare;

    - di dare atto che con l'aggiudicatario si procederà alla stipula di apposito contratto d’appalto, subordinatamente agli accertamenti sul possesso dei requisiti di ordine generale di cui all'Art. 38 del d.lgs. n. 163/2006, e ss.mm.ii. ed in materia di prevenzione della delinquenza di tipo mafioso il cui esito positivo determinerà l'efficacia dell'aggiudicazione;

    - di riservarsi, in relazione alla necessità di garantire il servizio all’apertura dell’anno scolastico 2015/2016, la facoltà di anticiparne la consegna, nelle more della stipulazione del contratto, nel rispetto del comma 9 e 12 dell'art. 11 del D.Lgs. 163/06 e ss.mm. e nei modi e alle condizioni previste dall'art. 302 comma 2 del D.P.R. 207/2010.





    F.to  
    Il Direttore del Settore
    Alessandra Biondi





    Allegati al documento

    CAPITOLATOrefezione scolastica2015-2020.pdf
    Allegato A schema contratto cessione.pdf
    Allegato A2.pdf
    Allegato A3.pdf
    Allegato A4.pdf
    Allegato A5.pdf
    ALLEGATO B PASTI EROGATI ANNO SOLARE 2014.pdf
    Allegato1 Schede Prodotto.pdf
    Allegato 2 Elenco scuole.pdf
    Allegato 3 Menù.pdf
    allegato 4 Modalità richiesta diete speciali.pdf
    Allegato 5 convenzione con scuole statali per la gestione ….pdf
    allegato 6 Norme igieniche del personale.pdf
    allegato 7 modalità distribuzione pasti e rigovernatura.pdf
    Allegato 8 piano analisi.pdf
    Allegato 9 regolamento commissioni mensa.pdf
    Allegato 10 Planimetrie CPP.pdf
    allegato 11 specifiche tecniche lavastoviglie per refettor….pdf
    Allegato 12 caratteristiche contenitori inox e accessori.pdf
    Allegato 13 planimetria nuovo CPP.pdf
    Allegato 14 -Rilevazione presenze Specifiche tecniche .pdf
    DISCIPLINARE_refezionescolastica_2015-2020.pdf